SABRINA NAPOLEONE IL NUOVO ALBUM “MODIR MIN” ESCE IL 5 DICEMBRE

Modir Min è il titolo della filastrocca tradizionale islandese, che, rivisitata, apre il nuovo album di Sabrina Napoleone. Si tratta di una ninna nanna nera e si traduce con “madre mia”, una locuzione che è al contempo invocazione e imprecazione.

La copertina racconta già qualcosa, mostrandoci una piccola Sabrina in piedi sopra un gigante disteso, abbattuto, e anticipa una narrazione di resilienza. Per raccontare una storia sospesa tra passato presente e futuro, l’album contiene anche un omaggio a Luigi Tenco.

Le atmosfere musicali giocano e sperimentano vari generi e stili, così come i testi talvolta densi talvolta minimali.

Non mancano momenti leggeri ed autoironici ed il coinvolgimento anche giocoso di molti colleghi e colleghe (tra cui Max Manfredi, Cristina Nico, Valentina Amandolese e Serena Abrami). Non rimarrà deluso chi aveva amato la potenza sonora de “La Parte Migliore” (Orange Home Records – 2014).Modir Min esprime infatti la stessa esigenza sperimentale che contraddistingue la musica di Sabrina Napoleone e dei suoi collaboratori.

SABRINA NAPOLEONE

Nata a Genova, Sabrina dimostra, fin dall’età di 7 anni, un evidente talento per la scrittura. Durante i primi anni di liceo, comincia a scrivere testi di canzoni, dapprima per altri, ma presto inizia a suonare la chitarra acustica e, a comporre testi e musiche per sé stessa.

Nel 1995, con alcuni amici, fonda la band “Aut-Aut” in cui gioca il ruolo di compositrice e cantante. In quello stesso anno, con gli Aut-Aut autoproduce l’EP “Aria di Vetro”. Tra il 1998 e il 2000 compone, registra e autoproduce l’album “Anacronismi”. L’attività musicale con gli Aut-Aut, sia in studio di registrazione che live, prosegue con alcuni cambi di musicisti fino a tutta l’università.

Nel 2003 Sabrina si laurea con lode in Filosofia presso l’Università degli Studi di Genova. Dal 1999 affianca la sua attività musicale al teatro entrando a far parte, fino al 2006, della Compagnia Teatrale Personae di Genova. Nel 2003 Gli Aut-Aut si sciolgono, Sabrina continua a comporre da sola senza esibirsi dal vivo, fino al ritorno sulla scena musicale nell’agosto 2007 come finalista per il concorso nazionale per cantautrici “Un Mare di Donne”.

Nel Maggio 2008 è stata semifinalista al concorso nazionale “Just Like a Woman- Premio Janis Joplin”. Da allora è seguita un’intensa attività live tra concerti di brani originali e lo show tributo a Patti Smith, “Night at Chelsea Hotel”.

Nell’aprile 2013, con Toast Records di Torino, pubblica il singolo “E’ Primavera” brano selezionato anche dal MEI per la compilation Best of Festival 2013. A giugno 2014 esce con Orange Home Records il primo album solista, “La Parte Migliore” con la produzione artistica di Giulio Gaietto.

Sabrina è stata finalista con La Parte Migliore per l’assegnazione delle Targhe Tenco 2014 nella sezione Migliore Opera d’Esordio.

A dicembre 2014 Sabrina Napoleone è stata in tour nei più importanti club italiani assieme Lene Lovich, artista di culto della scena new wave internazionale.

Autrice definita dalla critica “iconoclasta”, “potente” e “qualcosa di totalmente diverso”, Sabrina, coniuga nel momento creativo la canzone d’autore, intesa nel senso più alto del termine, con sperimentazioni elettroacustiche di matrice rock.

Oltre all’attività artistica svolta in prima persona, Sabrina si è spesso impegnata nell’organizzazione di eventi a carattere artistico-culturale. Nel 2011 fonda assieme a colleghe e colleghi musicisti e cantautori, Lilith Associazione Culturale con cui porta avanti numerosi progetti cultural/musicali, tra cui il Lilith Festival, divenuto ormai evento di punta della stagione genovese, con lo scopo di valorizzare la nuova scena cantautorale nazionale con particolare riguardo alle proposte femminili.

Il 5 dicembre 2017 uscirà il nuovo album Modir Min (Orange Home Records), con la produzione artistica di Giulio Gaietto e Raffaele Abbate.