LOVE IS IN THE SKY IL RITORNO DEI MY MINE

“LOVE IS IN THE SKY” uscito lo scorso  27 marzo è il primo estratto dell’album “83-18” che decreta il ritorno dei MY MINE, una delle band simbolo dell’italo-disco anni ’80, che si ripresenta sulle scene con una formazione, arricchita dalla potente singer Ilaria Melis e i producer Paolo Paolini e Giovanni De Rosa che affiancano gli storici fondatori Carlo Malatesta e Danilo Rosati.

 

Il singolo è accompagnato da un video per la regia di Filippo Micciarelli ed è on line sul canale ufficiale della band : https://goo.gl/n9czNM.

A trentacinque anni dalla famosissima Hypnotic Tango, destinata a rimanere una one-hit wonder seppur di successo mondiale, i MY MINE propongono un nuovo progetto musicale, “83-18” composto da 9 inediti: un lavoro incentrato su sonorità pop, dove resta preminente l’“anima” deep house della band; un sound che si è arricchito negli anni diventando più raffinato. “LOVE IS IN THE SKY” è un brano dal ritmo incalzante, dall’elettronica un po’ old fashion, dove si sentono le radici anni ottanta che si candida a vera e propria hit e bellissima sorpresa destinata alle play list dei network radiofonici della prossima stagione.

 

Nel nuovo disco, i MY MINE mettono tutta la loro storia, senza alcuna nostalgia; per la band era prioritario fare qualcosa di nuovo, senza copiare dal passato nonostante i riferimenti culturali di oggi provengano molto dagli anni ottanta e siano molte le band che si rifanno al sound della new wave.  

 

Abbandonare l’effetto revival che distingue i pezzi della italo-disco degli Eighty’s e che per tanti anni gli è stato chiesto di riproporre e presentare il frutto della loro evoluzione che in più di trent’anni, ha lasciato inalterato uno stile arricchitosi di sonorità più contemporanee.

 

Nel “laboratorio musica” dei MY MINE è stato vitale – ed in “83-18” è stato prioritario – guardare alla modernità del linguaggio musicale. Partendo dalle trascorse esperienze artistiche ci si è posti come obiettivo quello di distinguersi per suoni e metodi di composizione rispetto alla produzione delle hit moderne; riconoscere la competenza musicale negli stili porta alla creatività ed alla ricercatezza dei suoni che come nel contesto MY MINE, si sviluppano esclusivamente nel mondo dell’elettronica. Oggi il messaggio musicale della band ha come elemento centrale la scelta incontrovertibile del gusto personale ed i MY MINE sono ancor più fermi sulla linea del “Mio del Mio”, rimettendosi in gioco dopo più di trent’anni, sfidando il tempo e le nuove correnti di pensiero della musica contemporanea, dando  espressione alla propria creatività , senza condizionamenti e rifiutando i compromessi commerciali.

 

Spiegano Carlo e Danilo:

 

“Con “83-18”, in tempi come questi in cui la ricerca ossessiva del pezzo radiofonico porta al risultato di produzioni intercambiali e standardizzate che, come l’esperienza ci insegna,

sono inevitabilmente destinate a cadere nel dimenticatoio,

vorremmo andare in senso contrario. Proporre una linea editoriale riconoscibile

che non sia guidata soltanto dal desiderio di successo e di piacere a tutti!

Inseguiamo piuttosto la ricercatezza nei suoni, tutti rigorosamente prodotti da strumenti originali.

Nessun pezzo dell’album contiene plug in, groove o tastiere virtuali.

La musica anche quella elettronica, va suonata! “

 

Il ritorno dei MY MINE non è dunque un’operazione nostalgia! Sarà pure un gruppo che si ricorda per i milioni di copie vendute con Hypnotic Tango – dalla quale ancora oggi DJ e producer traggono remix ed  ispirazione – ma la band torna con una veste matura, un gusto definito e consapevole, che non ha quasi  più nulla a che vedere con gli Eighty’s!

 

I MY MINE hanno in programma un release party dell’album a breve, dopo il quale partiranno per un mini tour con set molto intimi, nei club di mezza Europa.