MUNICIPALE BALCANICA ““Transylvania Party Hard”

Il sound della Municipale si è fatto più diretto e asciutto aggiungendo anche l’uso dell’elettronica, mentre la sua line up
resta invariata ormai da oltre dieci anni facendo eccezione per il batterista.
“Ai suoni delle nostre origini abbiamo certamente unito col passare del tempo tante contaminazioni, e pensiamo che sia
una buona formula, non solo per la musica, quella di essere consapevoli della propria identità ma non bloccarsi mai in una
chiusa e oltranzista chiusura alle novità. Del patrimonio musicale tradizionale in cui siamo cresciuti ci piace l’eterna
vivacità e non la ridondanza con cui spesso viene riproposto. Abbiamo avuto la fortuna di viaggiare tanto e interagire con
musicisti di varia provenienza geografica, da ogni esperienza abbiamo tratto qualcosa che è confluita nella nostra
musica.”
Nell’approccio musicale resta un tocco goliardico, e autoironico, che si vede in “Transylvania Party Hard” e nel suo
divertito gioco sugli stereotipi.
Negli anni la Municipale Balcanica, per il nome e l’irruenza live, è diventata un riferimento per scena “balkan” pur avendo
principalmente svolto la sua attività e costruito la sua carriera nei principali jazz festival italiani ed europei.
“Siamo fieri del ruolo di padrini del genere, ma la nostra musica è partita da una onesta e spontanea lettura della storia e
della geografia della nostra terra. Abbiamo assimilato le influenze culturali delle migrazioni che abbiamo vissuto nella
nostra Puglia e le abbiamo unite alla nostra origine fatta di banda tradizionale innamorata delle marce classiche e del
melodramma operistico. Il concerto della MB resta divertente e scatenato ma nei dischi in studio c’è tanto di più. I nuovi
pezzi dimostrano come della appartenenza rigida a un genere fondamentalmente non ci importa nulla, ci interessa
avventurarci continuamente e restare liberi piuttosto che consolidare una “fanbase” rischiando di diventare la parodia di
noi stessi. “Transylvania party hard” e la sua ironia sugli stereotipi racconta anche un po’ questo.”
L’uscita del singolo è accompagnata dal videoclip a cura della Seenfilm, una casa di produzione italiana che già ha lavorato
per The Shins e Amy Lee, in cui ambientazioni e personaggi sono realizzati con suggestivi manufatti in carta animati in
stop motion. https://www.youtube.com/watch?v=6QO295kkBcw
La presentazione ufficiale con un evento concerto gratuito è stata il 6 Aprile, presso il “MuHa Spazio alle arti” , il
laboratorio urbano che proprio la Municipale Balcanica (Associazione culturale) gestisce nella sua città d’origine Terlizzi in
Puglia; in seguito si andrà alla definizione delle date del tour estivo, dato che proprio l’attività live è sempre stata la
vocazione principale della band che ha raggiunto quota seicento.
“Insieme a tanti progetti portati avanti in questi anni, da quello con la Kocani Orkestar, allo spettacolo “Nino – tributo a
Nino Rota” alla collaborazione con Roy Paci, faremo fruttare l’esperienza anche internazionale rinnovando sia il sound che
la costruzione del nostro live. Tuttavia ci teniamo che, nonostante la costante evoluzione, il concerto rimanga nel suo
nucleo quello che per noi è sempre stato ovvero un rito collettivo in cui il pubblico è protagonista e non si limita
semplicemente ad assistere all’esibizione dei musicisti. Abbiamo assimilato sin da bambini, con l’esperienza nella banda
tradizionale, l’idea di musica al servizio di una festa di comunità e aggregazione. I ritmi che ci caratterizzano spesso sono
proprio quelli provenienti dalle danze propiziatorie e collettive e, dietro il divertimento di un tempo incalzante o la
sensualità di un ritmo cadenzato, c’è una idea antica di musica catalizzatrice dell’incontro umano. Ci aspettano tante
piazze, festival e raduni in cui suonare e il nostro concerto, proprio perché è un evento in diretta interazione col pubblico, si
evolve e cambia di luogo in luogo. A volte è un racconto quasi confidenziale e lineare mentre a volte è una marcia
serratissima su cui saltare e sudare, tutti insieme.”
Tutti gli aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook ufficiale http://www.facebook.com/municipalebalcanica .

“Transylvania Party Hard” è ispirata da una sorta di “humour deviato” in stile “Famiglia Addams”. Un mefistofelico Virgilio
conduce una normale, timida ragazza nei meandri della notte tentandola ad abbandonare la solita vita per entrare in
quella che lui chiama “aristocrazia della notte”, che vive nell’oscurità e irride la normalità. Questo personaggio, per
quanto paia diabolico, mostra come i valori di questa “aristocrazia della notte” siano tutt’altro che oscuri e malefici, anzi
essi sono intrisi di libertà, consapevolezza, voglia di vivere intensamente: quella che inizialmente sembra una oscura
tentazione è in realtà l’invito a una sana ribellione contro gli schemi che rendono grigia la vita alla luce del giorno.