ARRIVANO A FORLI LE “CANTANTESSE” Guerriere…

 

Venerdì 15 giugno, ore 21.30, piazzetta della Misura. Ingresso libero.

 

Prende il via a Forlì la terza edizione del Festival di voci femminili LA CANTANTESSE, con omaggio in musica alla “Leonessa” di Forlì, Caterina Sforza, una donna forte, una donna guerriera, una donna che ha imposto al suo tempo il suo essere femminile, ma anche un’occasione per avvicinare i cittadini, i giovani, ad una maggiore conoscenza e consapevolezza critica del ruolo delle donne nella nostra società. Ieri come oggi…

E a ciò, servono anche la musica e le parole proposte dalle donne, all’interno di questo suggestivo Festival, naturalmente!

Infatti questo Festival vede il coinvolgimento di Cantanti al femminile, di Band formate quasi sempre da donne, che hanno fatto del loro canto, della loro musica, della loro vita, della loro storia personale, un elemento di emancipazione, di rottura e di lotta contro tutti gli stereotipi femminili e femministi.

Venerdì 15 giugno  sarà presentato il progetto ATSE TEWODROS PROJECT, che è dedicato alle figure femminili della storia e mitologia etiope, che si intitola Maqeda, da un progetto di Gabriella Ghermandi, cantante etiope ma con origini italiane.

E’ questo il nome etiope della Regina di Saba (La leggenda epica d’Etiopia narra che la Regina di Saba andò alla corte dell’Imperatore Salomone per sondarne la sapienza e proporgli una sfida sui reciproci saperi), ed è un progetto che propone un viaggio musicale che intende mettere al centro una riflessione sul femminile e le sue figure partendo dalla cultura etiope e dalle tante sue figure femminili vincenti e legittimate dalla tradizione, dall’epica e dalla storia, alla condivisione del potere con le figure maschili.

La performance prevede diversi altri brani, uno dedicato alla regina di Saba, uno alla regina Candace che fermò l’Impero Romano alle porte del suo regno e poi alcune canzoni legate ai rituali che hanno le donne al centro di alcune etnie etiopi.

 

Atse Tewodros Project è un progetto che mette in dialogo musicisti etiopi di tradizione e musicisti italiani, su memoria storica, futuro comune, convivenza e migrazione composto da 8 musicisti. Tre italiani (Fabrizio Puglisi al pianoforte, Tommy Ruggero alla batteria, Camilla Missio al basso) quattro musicisti etiopi di tradizione (Endris Hassen violino monocorde “masinko”, Misale Legesse batteria tradizionale etiope, Abu Gebre flauto tradizionale di canna di fiume “Washint”, Anteneh Teklemariam lira tradizionale etiope “Kirar”) e l’artista italo-etiope Gabriella Ghermandi alla voce.

 

Pur essendo un progetto nuovo, i musicisti sono professionisti che da anni si esibiscono nei festival più prestigiosi. Per quanto riguarda i musicisti etiopici, nel 2014 sono stati selezionati come uno dei gruppi ufficiali del Womex contest (la più importante fiera internazionale sulla world music) con il gruppo Ethiocolor, con la formazione chiamata Fendika sono stati il gruppo ufficiale inviatato a suonare al G7 di Monaco di Baviera del giugno 2015 come rappresentanti dell’Africa, e sempre con la formazione Fendika hanno suonato al GlobalFest di New York nel gennaio 2015.

Inoltre alcuni di loro sono stati i musicisti del maestro Mulatu Astatke (flautista Yohanns Afework e violinista Endres Hassan), altri lavorano con i The EX (Endres Hassan e Mesale Legesse)… e ancora Imperial Tiger Orchestra, Paolo Angeli (Endres Hassan)…, così anche i musicisti italiani, i quali hanno fondato il Kawa Sissoko Trio, partecipato alla progettazione musicale di vari concerti del Ravenna Festival, collaborato con Paolo Fresu, Faraualla, Gabin Dabiré, orchestra della Rai, Vasco Rossi, hanno partecipato a progetti musicali del Ravenna Festival, condotto laboratorio di musica afro/funky in Italia e nel mondo, per non parlare del maestro Fabrizio Puglisi, uno dei pianisti italiani riconosciuto internazionalmente nel mondo del jazz, insegnante al conservatorio di Trapani e della scuola speciale di musica di Siena.

Nel 2013, l’ensemble ha registrato ad Addis Abeba, in autoproduzione, il primo album, che ha avuto diverse recensioni in Italia e nel mondo. E stato disco della settimana di Fahrenheit Rai Radio 3, recensito alla BBC, a Rai3mondo, alla Radio Svizzera e in varie trasmissioni radiofoniche sia in Italia che in Europa.

Insomma un importante gruppo musicale per un importante festival con al centro le storie, la vita e le voci di donne.

Gli altri appuntamenti sono: giovedì 21 giugno con LA TARMA TRIO; venerdì 29 giugno con le LADIES ZEPPELIN e venerdì 6 luglio, in piena Notte Rosa, con le MUMBLE RUMBLE, band, queste ultime due, totalmente al femminile!