INDIE PRIDE

Gian Maria Accusani dei Prozac+ e Sick Tamburo, Nikki di Tropical Pizza (Radio Deejay), WeReading (le serate che intrecciano lettura, musica, teatro e tanto altro) e il collettivo elettronico di Bologna Ryno si uniscono al coro di Indie Pride. Una line up che dopo il primo annuncio con A Toys OrchestraRiccardo Zanotti (Pinguini Tattici Nucleari), VeranoI’m not a blondeMarshmellowIO e la TIGRE + CIMINI + I Botanici e la conduzone di Honeybird e Willie Peyote si allarga e forse ha ancora qualche sorpresa in serbo.
Convinte e convinti che il sorriso sia un’arma tanto potente quanto disarmante Indie Pride quest’anno più degli anni scorsi vuole divertire e divertirsi sopra come sotto il palco. Gian Maria Accusani, chitarrista e voce dei Prozac+ e dei Sick Tanburo, accompagnerà con la sua chitarra le I’m not a blonde che per l’occasione avranno anche Leziero Rescigno (Amor Fou) alla batteria; Nikk,storico conduttore di Tropical Pizza su Radio Deejay, che oltre ad uno scoppiettante dj set promette incursioni e schitarrate; Ryno, collettivo electro queer di Bologna, saprà far ballare con le sue sonorità contaminate; We Reading, in un’incursione letteraria ed una performance in collaborazione con il collettivo Parsec, sarà un induttore di pensieri e riflessioni tanto forte quanto sorprendente. Una tavolozza di colori ed emozioni quello che Indie Pride aspira ad essere, per un messaggio condiviso di colorata e poliedrica resistenza.
Tutte le lotte sociali e civili hanno bisogno di partecipazione e confronto, la musica è partecipazione e condivisione: il 27 ottobre prossimo al Tpo sarà un laboratorio si suoni, movimenti, persone che a gran voce e volume grideranno sorridendo “noi non ci stiamo, noi diciamo NO a omotransfobia, bullismo e sessismo“.