UNA ACIDABASICAEROTICA

AcidaBasicaErotica

AcidaBasicaErotica è un disco da “vedere” e da ascoltare come se fosse la prima stagione di una miniserie di nove episodi.
Una specie di “Black Mirror” dove il nero diventa “Pink”, nella sua natura bipolare di colore caldo e freddo, passionale e ribelle, leggero e profondo. E’ un gioco di specchi dove oltre al riflesso di UNA c’è anche quello di tutta la realtà che vive e attraversa (la vita notturna di Bologna, la vita diurna a contatto con adolescenti millenials delle scuole di provincia in cui insegna, innamorarsi, lasciarsi, la fluidità delle esperienze sessuali, la lotta alla violenza di genere, l’anti razzismo, la critica sociale, l’amore conflittuale per la propria regione d’origine).

AcidaBasicaErotica è un disco “Puglia Sounds Record 2018″ grazie al sostegno di REGIONE PUGLIA – FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro in uscita per l’etichetta MarteLabel.

Registrato totalmente in analogico su un registratore a nastro Telefunken, Marzia Stano in arte UNA ha suonato tutti gli strumenti (batterie, percussioni, bassi, sintetizzatori e voci) dando libero sfogo alla sua visione compositiva. Al suo fianco come produttore artistico Sergio Altamura (chitarre e programmazioni). AcidaBasicaErotica è il titolo ideale e meglio rappresentativo per sottolineare la natura triangolare dell’album: femminile, non molle, ribelle, passionale ma anche razionale; di una vita in cui rabbia e tenerezza, male e bene evocati dalla metafora dell’acido e basico, trovano equilibrio nell’addizione e non nella sottrazione e da cui nasce un terzo elemento: la passione e l’erotismo, il corpo e la sua autodeterminazione. Citazione a Madonna la regina della rivoluzione femminista nell’ambito musicale, della moda e del cinema ma anche inno alla leggerezza e all’immediatezzaUn disco volutamente ricco di sonorità dream, cumbia e arab, sfondo di una dimensione clubbing e ballabile, con due soli episodi più romantici: uno dedicato alla sua compagna (TI VEDO IN OGNI COSA) e uno che invece racconta di come due persone possano ritrovarsi estranei alla fine di una lunga storia ( “2556” ovvero sette anni quantificati in giorni). Testi dal sapore più acre sui temi della violenza di genere (MARIE) brano scritto in memoria di Marie Tritignard, moglie del cantante della band rock Noir Desire e assassinata dallo stesso per gelosia; l’isolamento sociale dei giovani neet (HIKIKOMORI); coming out e sessualità (LA CHIMICA), uno scatto di polaroid sul nostro paese (ERETICA) una poesia anti razzista (BACI A VANVERA); l’amore come energia totalizzante vissuto dagli adolescenti (PER SEMPRE); rivendicazione delle proprie origini “terrone” a metà tra apologia e critica di una terra che ha bisogno di cura (SUD DI ME). “Un disco collettivo, realizzato grazie alla collaborazione e partecipazione di tutte le persone che amo, dalla mia compagna alle socie della factory Bolognese “Elastico faART”, da Gianni Masci con cui collaboro da sempre a mio padre Mimmo Stano come percussionista di alcune tracce, dalle To/Let il duo femminile di street art alla canadese Frennie Holden del duo Rap “Random Recipe”, da Phill West mc e dub master Maltese al dj esordiente “Opposit”.

AcidaBasicaErotica è un disco disinteressato al sensazionalismo, intende parlare della donna ma non solo alla donna, vuole parlare agli adolescenti ma anche ai miei coetanei trentacinquenni e in tutti coloro i quali si riconoscono nella fluidità di genere, di età e di razza. Si rompe con l’eredità più folk dei miei due precedenti dischi solo per ricongiungermi con la mie origini più profonde dove l’ attitudine punk trova nell’elettronica la sua dimensione cinetica e nel Pop della forma canzone la sua cifra stilistica ideale”.  (Marzia Stano)