MAC “Un pianeta su nove”

Anticipato dai singoli “Livore”  e “Alchimia” esce oggi – venerdì 9 novembre – “Un pianeta su nove“, album d’esordio di MAC acronimo di Mario Alessandro Camellini, giovane poeta emiliano con all’attivo due romanzi psicologici.

Il pianeta di MAC è scuro come il veleno ma, non può essere il veleno una fonte di salvezza? Mortale e vitale, quest’album scava nell’oscurità umana che per scelta, molto spesso, si nasconde sul fondo di una piscina. Sussurri, urla, arie, melodie si trasformano in un manifesto di una generazione delusa, disillusa, amareggiata da se stessa e dal mondo che la circonda.

Il disco esce per la label per Private Stanze e gode della produzione artistica di Luca Spaggiari (Fargas, Eravamo Occidente) e della partecipazione di Nicola Manzan(Bologna Violenta) ai violini.

Citando Italo Calvino “Ero intero e tutte le cose erano per me naturali e confuse‚ stupide come l’aria; credevo di veder tutto e non era che la scorza. Se mai tu diventerai metà di te stesso‚ e te l’auguro‚ ragazzo‚ capirai cose al di là della comune intelligenza dei cervelli interi. Avrai perso metà di te e del mondo‚ ma la metà rimasta sarà mille volte più profonda…” possiamo certamente affermare che MAC, con questo album, ha scelto volutamente la metà “malvagia”.

Tracklist
1. Veglio su di voi
2. Macellai
3. Un pianeta su nove
4. Livore
5. Alchimia
6. Le parole
7. Il treno
8. La malattia