MO’N – “GUADALUPE”

Reduci dagli ottimi risultati del disco d’esordio, “Zama”, uscito a maggio 2017 per Urtovox records, e dal fortunato tour di oltre 70 date in Italia e all’estero, ecco tornare sulle scene i Mòn, con un cospicuo bagaglio di esperienza in più e la voglia di crescere consapevolmente in un mercato sempre più avverso, come quello delineatosi in Italia negli ultimi due anni.

In “Guadalupe” i Mòn mettono in mostra maggiore personalità e spessore nella scrittura dei brani, dando vita ad un collage onirico e trasognato di musiche e parole, che attingono in maniera sempre più originale alle fonti dell’indie pop folk di matrice europea, che vede in Bon Iver, Beirut e Mùm i suoi riferimenti più importanti.

Per la regia dei suoni e delle registrazioni la band ha scelto questa volta di affidarsi alle sapienti mani di Giacomo Fiorenza, veterano e caposcuola delle produzioni indie Italiane dai primi anni ‘90 ad oggi, riuscendo così a forgiare in maniera più incisiva il sound di quello che sono oggi i Mòn.

«“Guadalupe” è un rito di passaggio. Le immagini scorrono come simboli, rievocando piccoli gesti, sogni e sensazioni che confluiscono in un momento: il “guado del lupo”. Quando la foresta va a fuoco, l’istinto ci guida nella transizione trasportandoci, attraverso la corrente, da una riva familiare a una terra sconosciuta che è sempre stata lì, oltre il fiume» afferma la band.